Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il numero due dell'autoproclamato Stato islamico (IS), Abdul Rahman Mustafa al-Qaduli, conosciuto come Abu Alaa al-Afri, è stato ucciso in un raid della coalizione nel nord dell'Iraq. Lo riporta la BBC citando il ministero della difesa iracheno.

Al-Afri si trovava all'interno della moschea di Tal Afar dove stava incontrando dozzine di militanti. Secondo quanto dichiarato da un portavoce del ministero della difesa iracheno, Tahsin Ibrahim, anch'essi sono morti nel bombardamento.

Al-Afri era stato indicato da diverse fonti - per quanto non in maniera del tutto esaustiva - come il leader pro tempore del Califfato dopo che Abu Bakr al-Baghdadi è stato messo fuori combattimento lo scorso marzo da un raid della coalizione.

La scorsa settimana - fa notare la BBC - il dipartimento di Stato americano ha istituito una taglia fino a 7 milioni di dollari per informazioni utili a trovare Al-Afri, identificato come Abdul Rahman Mustafa al-Qaduli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS