Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ragazzino di origine turca che progettava di unirsi ai jihadisti in Siria è stato condannato a due anni in Austria per militanza in un'organizzazione terroristica e per avere pianificato un attentato ad una stazione ferroviaria a Vienna.

Aveva persino scaricato sulla sua Playstation i piani per costruire una bomba.

Il giovane, nato a Istanbul nel 2000 e da otto anni residente in Austria, aveva preso diretti contatti lo scorso autunno con militanti dell'Isis e di Al Qaida per andare a combattere in Siria. Il tribunale, in un processo che ha catalizzato forte interesse pubblico, ha inoltre dimostrato che il ragazzo si era scaricato dal sito di Al Qaida le istruzioni per costruire una bomba. Probabile obbiettivo sarebbe stata la stazione ovest (Westbahnhof) nel pieno centro di Vienna. La pena, emessa dal tribunale regionale di St. Poelten (Bassa Austria), è stata ridotta a otto mesi per la giovane età.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS