Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due donne che stavano progettando di far esplodere una bomba a New York, dopo essere state radicalizzate dall'Isis, sono state arrestate. Lo riportano i media americani.

Secondo quanto riferito le due - tra i 20 e i 30 anni - non hanno mai costituito un vero pericolo, perché era in atto un'operazione FBI sotto copertura. Le donne stavano cercando di costruire un ordigno esplosivo, ma non è chiaro a che punto fosse giunto il loro piano.

Secondo quanto riportato, le donne sono state arrestate a New York, e le autorità sono convinte che la propaganda dell'Isis e le loro presunte attività online abbiano contribuito a farle avvicinare e quindi aderire al Califfato. Le due, di cui non è stata per ora rivelata l'identità, dovrebbero comparire presto davanti ad un tribunale federale di Brooklyn.

Gli arresti legati all'affiliazione di soggetti all'Isis stanno diventando sempre più frequenti negli Usa. Solo la scorsa settimana, due cugini - uno dei quali membro dell'Illinois National Guard - sono stati arrestati a Chicago con l'accusa di aver tentato di organizzare attacchi negli Stati Uniti e all'estero per conto dello Stato islamico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS