Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"La realtà è che siamo in guerra". Così il capo del Pentagono, Ash Carter, in un'audizione davanti alla commissione Difesa del Congresso per aggiornare sulla strategia degli Stati Uniti contro l'Isis.

Carter ha detto di aver "personalmente contattato" 40 Paesi per chiedere un maggiore contributo nella lotta allo Stato islamico.

"Sono d'accordo con il generale Dunford che non abbiamo contenuto l'Isis", ha aggiunto il capo del Pentagono. Il segretario alla Difesa sottolinea poi che dispiegare "significative" forze di terra Usa in Siria e in Iraq è una cattiva idea perché "americanizzerebbe" il conflitto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS