Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un sospetto terrorista islamico è stato condannato a due anni e dieci mesi di detenzione dalla procura federale tedesca.

Si tratta di un 22enne, Nezet S., di Muelheim/Ruhr, su cui cade l'accusa di essersi unito all'Isis in Siria e di essersi fatto addestrare sul posto all'uso delle armi.

Nel corso del processo, il giovane ha affermato davanti al giudice di essere pentito e di aver fatto "una grossa sciocchezza", e di essersi anche allontanato dagli ambienti islamici.

Ha raccontato che il suo interesse per la Jihad fosse nato in Germania, ma di averne avuto paura una volta arrivato in Siria. Alla richiesta di spiegare una foto in cui impugnava un kalashnikov, il ragazzo ha sostenuto di averlo fatto solo per lo scatto.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS