Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Piratato dallo Stato Islamico. Siamo dappertutto": questo il minaccioso messaggio comparso sul sito internet di Cesan, una scuola di fumetti situata nell'undicesimo arrondissement di Parigi, nel cuore della capitale. Ad accompagnare il tutto, nella homepage, anche la bandiera nera dell'Isis e litanie arabe di sottofondo.

"Prendiamo molto sul serio questa vicenda, ci saranno delle conseguenze", ha detto il responsabile pedagogico di Cesan citato oggi da Figaro.fr, riferendo che la scuola ha sporto denuncia. I fatti si sono svolti all'indomani della giornata 'porte aperte' di Cesan, sabato scorso 7 marzo.

In quell'occasione, la scuola ha esposto caricature e disegni firmati dagli studenti iscritti all'istituto e realizzati in seguito agli attentati di inizio gennaio nella redazione di Charlie Hebdo. Per il responsabile pedagogico, "queste persone hanno bisogno di simboli e la nostra scuola, come altre, rappresenta simbolicamente la libertà d'espressione. È accaduto a noi ma poteva succedere anche a un editore o a un autore... Siamo tutti nel mirino".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS