Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I raid aerei anti-Isis in Iraq e Siria condotti dalla coalizione internazionale guidata dagli Usa hanno provocato la morte di almeno 352 civili sin dall'inizio delle operazioni. Immagine d'archivio.

KEYSTONE/AP Russian Defense Ministry Press Service

(sda-ats)

I raid aerei anti-Isis in Iraq e Siria condotti dalla coalizione internazionale guidata dagli Usa hanno provocato la morte di almeno 352 civili sin dall'inizio delle operazioni, quasi tre anni fa. Lo rende noto il Pentagono, in un rapporto citato dalla Cnn online.

"Ci rammarichiamo della perdita non intenzionale di civili causata dagli sforzi della coalizione per sconfiggere l'Isis in Iraq e Siria, ed esprimiamo la nostra più profonda partecipazione alle famiglie e agli altri colpiti da questi raid", si legge in una nota della 'Combined Joint Task Force Operation'.

Il bilancio di 352 civili uccisi, nota la Cnn, segna un notevole incremento rispetto alle 229 vittime civili che erano state registrate fino alla fine del febbraio scorso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS