Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Immagine d'archivio.

KEYSTONE/AP/KARIM KADIM

(sda-ats)

Schiave in vendita su Facebook, con foto e prezzo, 8.000 dollari. È la nuova frontiera dell'Isis che ha fatto dell'uso dei social network uno dei suoi strumenti più potenti. Lo riporta il Washington Post.

"A coloro che pensano di acquistare una schiava, questa costa 8.000 dollari" si legge in un post datato 20 maggio su un account dal nome Almani, riconducibile a un cittadino di origini tedesche che sta combattendo per l'Isis in Siria. L'annuncio è accompagnato da una foto.

Un secondo messaggio, sempre di Almani, riguarda una seconda schiava, anche lei in vendita per 8.000 dollari. Le foto sono state rimosse poco dopo la loro pubblicazione. Almani nel messaggio che accompagna le due foto invita i suoi amici su Facebook a "sposarsi" e trasferirsi nel territorio occupato dall'Isis fra Iraq e Siria.

A chi gli chiede cosa fa valere le due schiave 8.000 dollari e se hanno particolari qualità, Almani replica che il prezzo è determinato dall'offerta e dalla domanda.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS