L'Isis potrebbe avere fatto prigionieri fino a 3.000 profughi che fuggivano da alcuni villaggi in Iraq, diretti verso Kirkuk, uccidendone poi 12.

Lo riferisce un rapporto dell'Alto commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr) citato dalla televisione panaraba Al Arabiya.

"L'Unhcr - si legge nel rapporto - ha ricevuto notizie che l'Isis ha catturato fino a 3.000 persone sfollate da villaggi del distretto di Hawiga mentre cercavano di fuggire verso Kirkuk. Secondo le informazioni, 12 sono stati uccisi".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.