Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli Stati Uniti hanno chiesto formalmente all'Australia di estendere ai cieli della Siria le operazioni di guerra aerea contro obiettivi dell'Isis - bombardamenti e ricognizioni - finora limitate all'Iraq.

La richiesta - riferisce oggi The Australian - è stata presentata all'ambasciata australiana A Washington e "chiede in primis di permettere agli aerei australiani di attraversare il confine in appoggio alle operazioni della coalizione per accrescere le capacità di neutralizzare i combattenti dello Stato Islamico che fuggono dall'Iraq".

Il leader dei conservatori alla Camera, Christopher Pyne, senza confermare l'indicazione, ha detto che "il governo risponderà a qualsiasi richiesta dagli Usa, e ovviamente ci consulteremo con l'opposizione laburista". Gli aerei dell'Aeronautica australiana bombardano obiettivi dell'Isis dal settembre scorso, ma finora solo in territorio iracheno, su richiesta del governo di Baghdad.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS