Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La coalizione "Per gli esseri umani - contro la discriminazione", che raggruppa diverse organizzazioni svizzere, lancia un appello contro la violenza perpetrata a nome dell'islam e contro la loro strumentalizzazione .

Nel mirino vi sono sia i crimini estremisti, sia chi li usa per diffondere l'odio contro i musulmani o gli ebrei. È stata lanciata una petizione online al sito www.ncbi.ch/contrelahaine.

La petizione firmata da circa 45 organizzazioni chiede che la popolazione in Svizzera non si lasci "accecare dai grandi titoli dei media e dai fautori di problemi ideologici, ma al contrario e in primo luogo percepisca il comportamento reale delle persone di religione musulmana che vivono in Svizzera", scrive la coalizione in una nota odierna.

L'alleanza, che si fonda sulla libertà religiosa e sulla Convenzione europea dei diritti dell'uomo, sottolinea che le persone con passato migratorio fanno parte della Svizzera da tanto tempo e influenzano positivamente la nostra quotidianità.

La coalizione sostiene inoltre che la diversità deve essere riconosciuta come forza, poiché le difficoltà comuni possono essere superate solo in questo modo.

Tra gli enti firmatari figurano l'Organizzazione svizzera dei gay Pink Cross, oltre ad associazioni islamiche, i Verdi e i Giovani socialisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS