Navigation

Israele: "sventato attacco Hezbollah", ma organizzazione nega

Nube di fumo vicino alla frontiera tra Israele e Libano KEYSTONE/EPA/ATEF SAFADI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2020 - 18:39
(Keystone-ATS)

L'esercito israeliano ha reso noto di aver sventato "un tentativo di infiltrazione da parte di una squadra di terroristi di Hezbollah nell'area del Monte Dov". "Non ci sono state vittime - ha spiegato il portavoce militare - tra i soldati israeliani".

L'esercito - ha continuato il portavoce - "è pronto e preparato a continuare le operazioni necessarie e non permetterà alcun danno alla sicurezza dei civili israeliani o la violazione della sovranità israeliana". Intanto il premier Benyamin Netanyahu e il ministro della difesa Benny Gantz stanno incontrando i capi dell'apparato militare israeliano in una riunione al quartier generale dell'esercito a Tel Aviv.

Gli Hezbollah libanesi negano da parte loro di aver aperto il fuoco oggi contro l'esercito israeliano o in direzione di zone controllate da Israele a ridosso della Linea Blu di demarcazione tra Libano e Israele, e affermano che lo Stato ebraico ha invece agito in maniera unilaterale sparando colpi di artiglieria contro abitazioni civili nel sud-est del Libano. Lo si apprende da un comunicato del movimento sciita filo-iraniano diffuso tramite la tv al Manar dello stesso Partito di Dio.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.