Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tribunale distrettuale di Gerusalemme ha condannato al carcere, con pene tra i 3 e i 6 mesi, tre minori ebrei israeliani colpevoli di una serie di attacchi razzisti contro arabi avvenuti l'estate scorsa nel centro della città.

I tre imputati, insieme a quattro uomini, avevano assalito e cacciato gli arabi da una piazza del centro, poi - hanno ricordato i media - avevano individuato un altro gruppo e lo avevano attaccato senza alcuna provocazione in quello che il giudice del tribunale ha definito "un linciaggio motivato razzialmente".

Tra i colpiti un ragazzo di 17, Jamal Jalani, ricoverato in serie condizioni in ospedale.

All'epoca dei fatti, sia il primo ministro Benyamin Netanyahu sia il presidente Shimon Peres avevano condannato con forza l'episodio e l'allora presidente del parlamento Reuven Rivlin si era recato in visita al ragazzo in ospedale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS