Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In seguito al deteriorarsi della situazione a Gerusalemme, l'esercito israeliano ha deciso di richiamare in servizio un numero imprecisato di riservisti della Guardia di frontiera. Secondo la stampa, si dovrebbe trattare di alcune centinaia di ufficiali ed agenti.

Il provvedimento è stato sottoposto all'approvazione della Commissione parlamentare per gli affari esteri e la difesa, convocata oggi in seduta straordinaria. Il suo presidente, Zahi Hanegbi (Likud), ha dato all'esercito un nullaosta: "I combattenti della Guardia di frontiera hanno maturato grande esperienza nel misurarsi con attività ostili e violente. La dislocazione di compagnie della Guardia di frontiera aiuterà a riportare la calma al più presto a Gerusalemme".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS