Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il capo dello Stato israeliano Reuven Rivlin ha affidato stasera l'incarico di formare un nuovo governo, come previsto, al leader del Likud (destra) e premier uscente Benyamin Netanyahu.

Questi era emerso vincitore dalle elezioni del 17 marzo ed è sostenuto da tutte le liste nazionaliste come da quelle della destra religiosa ebraica.

Rivlin ha ricordato a Netanyahu che sarà sua responsabilità mettere a punto "un governo stabile, il più largo possibile, e in breve tempo". Tale governo, ha aggiunto, dovrà rafforzare i rapporti con gli Stati Uniti, garantire la stabilità politica in Israele e provvedere a rimarginare le ferite apertesi nella società israeliana prima e durante la campagna elettorale.

Netanyahu ha replicato di sentirsi emozionato "come la prima volta" in cui gli fu affidato l'incarico di formare un governo, circa 20 anni fa. Ha espresso parole di apprezzamento nei confronti degli Stati Uniti ("il migliore dei nostri amici") ma al tempo stesso - polemizzando implicitamente con il presidente Barack Obama - ha definito "pericoloso" l'accordo che i paesi del gruppo 5+1 potrebbero firmare con l'Iran sul dossier nucleare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS