Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GERUSALEMME - L'ex premier israeliano Ehud Olmert è il maggiore indiziato in un megascandalo edilizio che lo vede sospettato di aver ricevuto ingenti somme di denaro da uomini d'affari in cambio della licenza edilizia per un controverso progetto immobiliare, concessa quando era sindaco di Gerusalemme (dal 1993 al 2003). Olmert si proclama innocente e nega di essere stato corrotto.
Lo ha annunciato la polizia rimuovendo in parte il segreto istruttorio sull'inchiesta che ieri ha portato all'arresto di un altro ex sindaco, Uri Lupolianski, successore di Olmert, e nei giorni scorsi e anche oggi di altre persone .
Già da diversi giorni però la stampa locale aveva cercato di aggirare il segreto istruttorio con trasparenti riferimenti a Olmert, come le iniziali del nome, e presentandolo come una nota personalità politica che si trovava momentaneamente all'estero. Olmert, 64 anni, ha fatto precipitoso ritorno in patria la scorsa notte, interrompendo una vacanza in Spagna.
In una dichiarazione teletrasmessa stasera, Olmert ha proclamato la sua innocenza e si è detto vittima di "una campagna di diffamazione di un'intensità senza precedenti". Ha negato di essere mai stato corrotto da chicchessia.

SDA-ATS