Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il rapporto nel quale l'ONU chiede a Israele di fermare gli insediamenti "mina gli sforzi per la pace". È questa la reazione del ministero degli esteri israeliano al rapporto pubblicato dal Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite.

"L'unico modo per risolvere i problemi che si frappongono fra israeliani e palestinesi, compresa la questione degli insediamenti - afferma il ministero israeliano degli esteri - è mediante trattative dirette, senza precondizioni".

"Passi di nessuna utilità, come appunto il rapporto che abbiamo di fronte, serviranno solo a colpire gli sforzi per ricercare una soluzione stabile del conflitto israelo-palestinese", afferma ancora il ministero degli esteri, riferendosi al documento del Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti civili.

Israele accusa da mesi quel Consiglio di essere "prevenuto" nei suoi confronti e di conseguenza ha deciso di sospendere la cooperazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS