Navigation

Israele: stupro, 7 anni carcere a ex presidente Katzav

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 marzo 2011 - 17:50
(Keystone-ATS)

L'ex Capo di stato di Israele Moshe Katzav è stato condannato a 7 anni di carcere per stupro. I tre giudici del tribunale distrettuale di Tel Aviv hanno inoltre comminato a Katzav due anni di detenzione con la condizionale ed una multa di 100 mila shekel, circa 25 mila franchi.

Katzav è stato trovato colpevole fra l'altro di aver violentato due volte una sua dipendente quando, alla fine degli anni Novanta, fungeva da ministro del turismo. Durante la lettura della sentenza, da parte del giudice George Kara, Katzav ha espresso ad alta voce alcuni commenti polemici.

La drammatica seduta è stata trasmessa in diretta dalle televisioni israeliane, mentre attorno al tribunale di Tel Aviv sostava una folla di curiosi, fra cui esponenti di gruppi di femministe. Secondo alcuni commentatori è molto probabile che Katzav - che si professa innocente e vittima di un complotto - si appellerà adesso alla Corte Suprema. La sua detenzione dovrebbe avvenire solo fra alcune settimane.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.