Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nashat Melhem, l'arabo israeliano che una settimana fa aveva ammazzato tre persone a Tel Aviv, è stato a sua volta ucciso oggi nel corso di uno scontro a fuoco.

Il terrorista 31enne è stato rintracciato in un edificio del suo villaggio di Arara, nel Nord di Israele. "È uscito dall'edificio sparando verso le forze di sicurezza, è stato colpito ed è rimasto ucciso. Nessun agente è stato colpito", precisa la polizia.

Un comunicato dello Shin Bet (sicurezza interna) aggiunge che Melhem ha sparato sugli agenti con un fucile Falcon: lo stesso utilizzato la settimana scorsa quando ha ucciso due avventori in un pub di Tel Aviv e poi anche un tassista, durante la fuga.

Secondo Canale 10, il ricercato era nascosto ad Arara da venerdì scorso, mentre veniva ricercato nella zona di Tel Aviv.

Il ministro per la sicurezza interna Ghilad Erdan ha ringraziato le forze dell'ordine "per il grande sforzo prodotto allo scopo di rintracciare il terrorista criminale che ha compiuto l'attentato la settimana scorsa a Tel Aviv".

"Continueremo a combattere il terrorismo con tutta la forza", ha assicurato inoltre il ministro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS