La municipalità di Gerusalemme ha dato oggi il suo primo via libera alla costruzione di 2.200 alloggi nella parte orientale della città, nel quartiere di al-Sawareh occupato e annesso da Israele.

Il progetto ha come obiettivo di "rafforzare la sovranità israeliana a Gerusalemme est e di preservarne la sua unità", ha precisato il sindaco di Gerusalemme, Nir Barkat. "Siamo alle fasi iniziali del progetto - ha detto un consigliere municipale - nulla sarà edificato prima di otto anni".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.