Navigation

Israele-palestinesi: verso colloqui diretti in Usa il 2/9, presente Obama

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 agosto 2010 - 08:13
(Keystone-ATS)

WASHINGTON - Israeliani e palestinese dovrebbero accettare l'invito a riprendere il negoziato di pace attraverso colloqui diretti, già il prossimo 2 settembre a Washington, alla presenza del presidente Barack Obama. È quanto ha riferito una fonte diplomatica all'agenzia Reuters.
Secondo la stessa fonte, le due parti in conflitto avrebbero accolto l'invito rivolto dal quartetto composto di Usa, Ue, Russia e Onu. Un comunicato ufficiale dovrebbe essere diffuso nella giornata di oggi.
Qualche ora fa il portavoce del Dipartimento di Stato statunitense, P.J Crowley, aveva fatto capire che qualcosa si stava muovendo: "Pensiamo di essere molto, molto vicini alla decisione delle due parti in conflitto di tenere colloqui diretti. Come mai prima - aveva detto Crowley - crediamo che siamo ben posizionati per raggiungere questo obbiettivo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.