Navigation

ISS: astronauti atterrati in Kazakistan

La navetta Soyuz Ms-13 è atterrata stamattina nella steppa del Kazakistan. Keystone/EPA NASA/BILL INGALLS/NASA/BILL INGALLS HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2020 - 11:43
(Keystone-ATS)

La navetta Soyuz Ms-13 è atterrata nella steppa del Kazakistan con a bordo tre astronauti che rientrano dalla Stazione spaziale internazionale (ISS).

Si tratta dell'astronauta italiano Luca Parmitano dell'Agenzia spaziale europea (Esa), comandante dell'ISS, Christina Koch della Nasa, che è rimasta a bordo ben 328 giorni, e Alexander Skvortsov dell'agenzia spaziale russa Roscosmos.

Parmitano, soprannominato "AstroLuca", è stato il primo italiano al comando della ISS, il primo astronauta non americano ad avere il ruolo di leader di una passeggiata spaziale e l'astronauta europeo ad avere trascorso più tempo nello Spazio, ben 367 giorni complessivamente, considerando la prima missione Volare. Era partito assieme a Skvortsov 201 giorni fa. La Koch è invece stata protagonista della prima passeggiata spaziale di sole donne.

A bordo dell'ISS sono rimasti il nuovo comandante, il russo Oleg Skripochka, con i colleghi Andrew Morgan e Jessica Meir, entrambi della Nasa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.