Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stata attivata la "massima allerta" in Italia per l'"eroina all'antrace". Lo rende noto il Dipartimento politiche antidroga (Dpa) della Presidenza del Consiglio, sottolineando che la decisione, preventiva, è stata presa dopo aver ricevuto segnalazioni di sei casi di antrace in Europa, tra cui due decessi, in consumatori di eroina per via iniettiva.

I casi sono stati registrati in Germania, Danimarca, Francia e Scozia. Nessun legame al momento tra i sei casi, né - precisa il Dpa - sono state registrate infezioni in Italia.

L'antrace è una grave malattia causata da un batterio, chiamato Bacillus anthracis, che dà origine a spore altamente resistenti per lunghi periodi e in condizioni avverse. Il Bacillus anthracis si trasmette per via aerogena, per contatto e per via gastrointestinale, ma non si trasmette da persona a persona, tranne che per contatto con lesioni sulla pelle.

"Considerata la concreta possibilità che stiano circolando sul territorio europeo partite di eroina contaminate con Bacillus anthracis e vista la rapidità con cui le sostanze stupefacenti possono essere commercializzate e raggiungere l'Italia, il Sistema di Allerta ha attivato una Allerta grado 3 (massima allerta) tra le strutture competenti in materia di protezione della salute pubblica e tra i laboratori e le Forze dell'Ordine", ha detto Giovanni Serpelloni, Capo del Dpa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS