Navigation

Italia: 55% degli Italiani giustifica atti di razzismo

Estremisti di destra ritratti a Roma lo scorso settembre in occasione del funerale di Stefano Delle Chiaie fondatore di Avanguardia Nazionale. KEYSTONE/EPA ANSA/CLAUDIO PERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 novembre 2019 - 14:08
(Keystone-ATS)

Secondo un sondaggio svolto dalla società italiana Swg la scorsa estate, il 45% degli italiani è contro ogni atto di razzismo, mentre il 55% in qualche modo, anche con molti distinguo, alla fine li giustifica.

Nel sondaggio si chiedeva agli intervistati se sono sempre e costantemente da condannare gli atti razzisti, o se sono sempre giustificabili, con in mezzo due condizioni intermedie.

Negli ultimi 10 anni la disponibilità a giustificare atti razzisti è aumentata. Prima del 2010 la maggioranza non giustificava mai, oggi il dato si è invertito.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.