Navigation

Italia, 6 famiglie su 10 temono di perdere il lavoro

Le prospettive sono fosche. KEYSTONE/EPA/Alessandro Di Marco sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 maggio 2020 - 11:00
(Keystone-ATS)

A causa del coronavirus il 42% delle famiglie italiane ha visto ridursi l'attività lavorativa e il reddito, il 26% ha dovuto sospendere del tutto l'attività, il 23% è finito in cassa integrazione e quasi 6 famiglie su 10 temono di perdere il posto di lavoro.

Questi alcuni dati significativi che emergono dal rapporto annuale Confcommercio-Censis su fiducia e consumi: "Il conto salato del Covid-19". Tra i principali effetti sui consumi, il 48% ha dovuto rinunciare definitivamente a qualsiasi forma di vacanza (week end, ponti, Pasqua, vacanze estive) e il 23% all'acquisto di beni durevoli (mobili, elettrodomestici, auto) già programmati, sottolinea ancora il rapporto.

E non va meglio per quanto riguarda le vacanze estive: oltre la metà delle famiglie non ha fatto programmi e il 30% ha già deciso che resterà a casa mentre solo il 9% andrà in ferie, ma con durata e budget ridotti. Guardando avanti e alla riapertura totale del paese, per la maggioranza aumenta il pessimismo: il 53% vede "nero" per la propria famiglia, ma la percentuale sale al 68% sulle prospettive della nazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.