Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seggi aperti stamani in 148 comuni italiani chiamati alle urne per il turno di ballottaggio dal momento che nessun candidato a sindaco, il 25 maggio scorso, ha raggiunto il 50% delle preferenze.

I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23. In Sicilia dalle 8 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15. Tra i comuni, 14 sono i capoluoghi di provincia e 3 capoluoghi di Regione: Potenza, Bari e Perugia. Lo scrutinio inizierà nella stessa giornata di domenica, al termine delle operazioni di voto e dopo il riscontro del numero dei votanti.

Per il turno di ballottaggio si sceglie solo tra i due candidati sindaci che hanno ottenuto, al primo turno, il maggior numero di voti. I risultati delle operazioni elettorali saranno diffusi in tempo reale sul sito del ministero dell'Interno.

I riflettori sono puntati, in particolare, sul risultato in tre realtà: Livorno, Modena e Padova. A Livorno e Modena, città di fortissima tradizione di sinistra, per la prima volta il Pd ha dovuto subire "l'onta" del ballottaggio ed è insidiato dal Movimento 5 Stelle. A Livorno, in particolare, Marco Ruggeri (Pd) è forte del 39,9% dei consensi al primo turno; lo sfidante è Filippo Nogarin (M5s) che il 25 maggio ottenne il 19%.

A Modena Giancarlo Muzzarelli ha sfiorato la vittoria al primo turno con il 49,7%. L'avversario M5s è Marco Bortolotti, fermatosi al 16,3%. A Padova, invece, è la Lega Nord che cerca di insediare lo scranno al Pd: qui Ivo Rossi (33,8%) al primo turno, viene sfidato da Massimo Bitonci (Ln) che lo insegue con il 31,4%

SDA-ATS