Navigation

Italia: auto centra pedoni, 6 morti in Alto Adige

La comitiva è stata centrata mentre attraversava la strada per raggiungere l'albergo nel quale alloggiava a Lutago. Freiwillige Feuerwehr Luttach sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 gennaio 2020 - 10:29
(Keystone-ATS)

Tragico incidente stradale la scorsa notte a Lutago, in Valle Aurina in Alto Adige. Verso la 01.15 un'auto ha centrato a grande velocità un gruppo di giovani tedeschi che stava attraversando la strada, causando 6 morti e 11 feriti.

In base a quanto indicato dai soccorritori in una conferenza stampa, dopo aver passato la serata in un locale la comitiva proveniente della Germania settentrionale, in Valle Aurina per la settimana bianca, era appena scesa a Lutago (Luttach in tedesco) da un pullman per raggiungere l'albergo nel quale alloggiava, quando è stata centrata dall'automobile.

Sei giovani tra i 20 e i 25 anni d'età sono morti sul colpo, mentre altre 11 persone, tutte tedesche eccetto due altoatesini, hanno riportato ferite. Alcune versano in condizioni critiche.

L'automobilista è un abitante della regione di 28 anni. Secondo le prime informazioni avrebbe avuto un tasso alcolemico molto elevato. Ora è in stato d'arresto, ha appreso l'agenzia ANSA da fonti investigative; l'accusa è di omicidio stradale e lesioni stradali.

Sul luogo dell'incidente sono intervenuti 160 soccorritori. I vigili del fuoco hanno allestito sulla strada un tendone per le prime cure dei feriti che poi sono stati trasportati con le ambulanze negli ospedali di Brunico, Bressanone e Bolzano. Una donna in gravi condizioni è invece stata elitrasportata d'urgenza alla clinica universitaria di Innsbruck, in Austria.

Trattandosi di una comitiva molto grande, complessivamente un'ottantina di persone, è stata istituita una hotline che fornisce informazioni ai parenti in Germania.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.