Navigation

Italia: Berlusconi, non mi ricandido, mettere insieme moderati

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2012 - 09:26
(Keystone-ATS)

L'ex premier italiano Silvio Berlusconi alla fine ha deciso: non si ricandiderà alle prossime elezioni legislative. Per non consegnare l'Italia alla sinistra il Cavaliere lancia inoltre un appello a tutti i moderati del centrodestra. Lo ha indicato lui stesso parlando stamane in diretta a Canale 5.

Berlusconi non ha neppure escluso che Mario Monti sarà il leader del raggruppamento dei moderati. "Monti ha sempre gravitato in questa area", ha tra l'altro detto aggiungendo di aver avuto contatti con altre personalità e che ci sono diversi nomi nella lista dei possibili leader.

"È una linea - ha spiegato Berlusconi nel corso dell'intervista con il giornalista Maurizio Belpietro alla trasmissione Mattino Cinque - assolutamente coerente con tutto ciò che è stato fatto da quando nel'94 decisi di lasciare il mestiere di imprenditore e mi misi a servizio del paese. Anche allora c'era l'ipotesi che l'Italia potesse essere consegnata ad una sinistra post-comunista. Io iniziai a mettere insieme tutti i moderati".

Berlusconi sottolinea come il suo appello sia rivolto a "tutti i moderati, che rappresentano la maggioranza degli italiani, che non si riconoscono nella sinistrra guidata dall'organizzazione sindacale Cgil e da Vendola. Dall'Udc a Italia Futura di Montezemolo, da Vittorio Sgarbi, a Tremonti fino alla Lega".

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?