Navigation

Italia: Berlusconi, voci dimissioni destituite di fondamento

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 novembre 2011 - 13:10
(Keystone-ATS)

"Le voci di mie dimissioni sono destituite di fondamento e non capisco come siano circolate". Lo ha detto il premier italiano Silvio Berlusconi parlando con i suoi, smentendo la notizia secondo cui il Cavaliere sarebbe rientrato a Milano anche per parlare con i figli e Fedele Confalonieri dell'ipotesi di rassegnare dimissioni già questa sera o domani. Il Cavaliere dovrebbe tornare a Roma in serata.

Già durante il nuovo drammatico vertice di questa notte a Palazzo Grazioli con Gianni Letta e Angelino Alfano, si è discusso a lungo sulla opportunità di affrontare il voto della Camera, con il rischio di veder certificata la dissoluzione della maggioranza visti i numeri ridotti e le defezioni in aumento, o di anticipare i tempi e salire al Quirinale oppure di chiedere al Parlamento di approvare le misure anticrisi promettendo però che una volta varato il pacchetto il premier salirà al Quirinale per dimettersi.

Il pressing del Popolo della libertà (Pdl) per un passo indietro si fa in queste ore sempre più forte. "Che Berlusconi stia per cedere il passo ormai è una cosa acclarata. Si tratta di ore, qualcuno dice perfino di minuti", scrive intanto Giuliano Ferrara nell'edizione online de "Il Foglio". Mentre Franco Bechis, vicedirettore di "Libero", su Twitter scrive: "Ora ho notizie dirette. Berlusconi si dimette".

La notizia di possibili dimissioni del premier, anche dopo il crollo della borsa e la nuova impennata dello spread Btp-Bund a 488, è cominciata a circolare con insistenza nei palazzi della politica e nei mercati, che hanno reagito con una netta inversione di tendenza: lo spread è crollato a 471 punti base da 490, il rendimento del Btp decennale è passato dal 6,66% al 6,53%, l'indice della Borsa di Milano è schizzato a +2,3%, facendo di Piazza Affari la piazza superstar in Europa. Intanto, il Cavaliere potrebbe incontrare oggi a Milano anche il leader della Lega Nord Umberto Bossi in un colloquio forse decisivo per le sorti del governo italiano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?