Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Uno svizzero e un neozelandese - secondo l'agenzia di stampa italiana Ansa - sono morti oggi in un incidente che ha coinvolto un ultraleggero partito da Caorle (Venezia) e diretto a Susegana (Treviso), precipitato a 50 metri dal greto del Piave, in località Colfosco (Treviso).

A bordo di un secondo velivolo, un aereo da turismo, si trovava il figlio dell'uomo neozelandese, che ha assistito impotente all'accaduto insieme al pilota, svizzero.

L'ultraleggero, un Pipistrel interamente in carbonio e di nuova generazione, ha tranciato un cavo dell'alta tensione che attraversa il Piave. Forse per un errore, il pilota, che potrebbe aver seguito una traiettoria troppo bassa, è andato a finire contro un filo dell'elettrodotto da 130 mila volt, facendo prendere immediatamente fuoco al velivolo.

Entrambi gli aerei erano arrivati in mattinata a Caorle. I quattro occupanti - sottolinea il responsabile dell'aviosuperficie, Mauro Di Biagio - avevano pranzato e poi erano decollati per compiere il giro sul trevigiano. Già una settimana fa il Pipistrel era decollato dalla pista della località veneziana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS