Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aeroporto di Fiumicino nel caos, disagi nei principali scali italiani per lo sciopero degli uomini radar iscritti ai sindacati autonomi, con adesioni stimate dall'Ente nazionale italiano per l'assistenza al volo (Enav) al 35% e, nonostante le contromisure dell'ente e di Alitalia, file di passeggeri bloccati in aeroporto un po' ovunque fra rabbia e rassegnazione. Annullati molti voli di Swiss da e per l'Italia.

Lo sciopero dei controllori, proclamato dalle 12.30 alle 16.30 dai sindacati autonomi Licta e Anpact, ha visto un picco di astensioni a Malpensa, con il 45%, e a Roma, con il 30%. Pur con le prestazioni indispensabili garantite, come previsto dalla legge, i voli soppressi a Fiumicino hanno superato i 130, interessando Alitalia, e tra l'altro Lufthansa, Air France e British.

Altrove non è andata meglio, in Sicilia le cancellazioni hanno raggiunto quota 64, a Venezia da soli 20 voti sono stati soppressi, a Caselle (Torino) 42. Numeri cui vanno aggiunte le decine di voli rimasti a terra in attesa di decollo fino al termine dell'agitazione.

Nei giorni scorsi, in via preventiva, le compagnie avevano preso contatto con i passeggeri offrendo soluzioni alternative di viaggio. Ma a Fiumicino erano evidenti le file ai banchi informazione. Per tanti passeggeri, molti in rientro dalle ferie o in partenza, l'attesa non è terminata fino a dopo lo sciopero di quattro ore, con i voli 'rischedulati', e cioè posticipati dalle varie compagnie aeree a conclusione delle agitazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS