Navigation

Italia: compravano biglietti aerei con carte clonate, 137 denunce

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 novembre 2015 - 16:37
(Keystone-ATS)

Avevano messo in piedi una gigantesca truffa senza confini per l'acquisto di biglietti aerei con carte di credito clonate o false. Una maxi operazione internazionale, denominata Global Airport Action, ha portato alla denuncia di 137 persone, 15 in Italia.

L'operazione, che ha interessato circa 100 aeroporti in 31 Stati in cinque continenti, è stata resa possibile grazie alla collaborazione di 40 vettori operanti nel campo del trasporto aereo, di Mastercard, Visa, American Express, Diners, Discover, IATA e Perseuss, ed il supporto di Interpol, Europol, Ameripol, Frontex, Eurojust e Iata.

Una rete che ha permesso di smascherare una truffa che comporta non solo enormi perdite finanziarie per le compagnie aeree e per le società che emettono carte di credito, ma facilita anche altre forme di illecito finanziando la criminalità organizzata. L'acquisto di molti titoli di viaggio avviene infatti anche attraverso agenzie di viaggio abusive gestite da organizzazioni criminali.

Per l'operazione sono state allestite tre centrali operative ad Ottawa, Bogotà e L'Aja.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.