Navigation

Italia: condannata madre iperprotettiva con figlio

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 ottobre 2011 - 12:20
(Keystone-ATS)

Il tribunale della Cassazione italiano, ultima istanza giudiziaria del Belpaese, ha confermato una condanna a un anno e 4 mesi di reclusione inflitta a una mamma che riempiva di cura e attenzioni il figlio ritardandone, così, la regolarità dello sviluppo. Condannato anche il nonno.

Per la Suprema Corte, "l'iperprotezione e l'ipercura" costituiscono reato di maltrattamenti. Il bambino di questa vicenda non aveva ancora compiuto i sei anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?