Si intitola "Vite Spezzate - Genova, 14 agosto 2018" il libro che racconta le vittime del ponte Morandi con la voce dei loro familiari.

Le testimonianze sono state raccolte in questi mesi da Benedetta Alciato, 34 anni, cognata di Roberto Robbiano, morto nel disastro insieme alla moglie Ersilia e al piccolo Samuele, 8 anni. Il Comune di Genova ha deciso di sostenere la pubblicazione pagando le spese di stampa.

Il sindaco e commissario Marco Bucci ha contribuito con un messaggio in apertura del volume. "Vite spezzate racconta anche il modo in cui ognuno di noi ha affrontato il lutto - spiega Benedetta - la cosa inspiegabile è che molte delle persone delle quali parliamo avevano un filo sottile che le collegava, chi aveva un parente comune, chi era cliente di qualcun altro, chi era un vecchio amico: storie nelle storie".

Edito da Il Canneto, sarà presentato a settembre e distribuito nelle librerie da ottobre. Il ricavato delle vendite sarà devoluto all'associazione Angsa Liguria, che si occupa di ragazzi con autismo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.