Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo hanno bloccato sulla banchina del porto di Civitavecchia, appena sceso dal traghetto proveniente da Barcellona: è finita così la latitanza di Rizvanovic Niemeier, un cittadino tedesco nato in Bosnia conosciuto come 'El Ruso'.

È considerato un elemento di spicco del 'Clan Usaga' o 'Clan del Golfo', una delle più potenti organizzazioni di narcotrafficanti colombiani dedita anche alle estorsioni, al riciclaggio di denaro e alle rapine.

El Ruso, 36 anni, considerato uno dei più importanti latitanti del sud America e ricercato per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga, è stato bloccato dagli uomini del Gico (Gruppi d'investigazione sulla criminalità organizzata) della Guardia di Finanza di Brescia, con il supporto dei finanzieri di Civitavecchia.

Niemeier era evaso da un carcere Colombiano nel 2016 ed è stato segnalato come uno dei principali collaboratori del leader del clan del Golfo. Secondo le accuse, il suo ruolo era quello di gestire le finanze e i traffici del clan sulle rotte sud America-Stati Uniti-Europa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS