Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'esplosione è avvenuta la notte scorsa, poco prima dell'una, in un appartamento di Ponte a Vicchio, nel Mugello, si presume in seguito ad una fuga di gas da una bombola di GPL (gas di petrolio liquefatto). Nella palazzina a tre piani, secondo quanto ricostruito dai vigili del fuoco, si trovava una ventina di persone, amici e famigliari. La deflagrazione avvenuta in un'abitazione al primo piano ha distrutto completamente l'appartamento e ha causato il ferimento di due cittadini macedoni di 37 e 50 anni e di due bambine di 2 e 12 anni.

I due macedoni sarebbero feriti gravemente ma non sono in pericolo di vita. Il più grave, il 50enne, è stato trasportato all'ospedale di Careggi con ustioni al volto e agli arti. Gli altri sono stati trasportati nel vicino ospedale di Borgo San Lorenzo. Le due bambine sono state medicate e subito dimesse.

Secondo una prima ricostruzione dei vigili del fuoco, l'appartamento sarebbe stato saturo di gas quando, in seguito ad una scintilla, s'è verificata l'esplosione che ha letteralmente sventrato le stanze. Al momento dell'arrivo dei pompieri, all'interno c'erano diversi focolai di incendio che sono stati prontamente spenti.

La palazzina a tre piani in cui è avvenuta l'esplosione ospitava 6 famiglie che hanno tutte dovuto lasciare le loro case. Sul posto squadre di vigili del fuoco, ambulanze, carabinieri e polizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS