Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TORINO - Via libera dal cda della Fiat, riunitosi ad Auburn Hill, quartier generale di Chrysler, nel Michigan, alla scissione dei business veicoli industriali, macchine agricole e per le costruzioni e relativi motori e trasmissioni.
Con la scissione, la cui data di efficacia "si assume possa essere il primo gennaio 2011", queste attività che saranno trasferite ad una società di nuova costituzione, Fiat Industrial spa, saranno separate da quelle automobilistiche e dalla relativa componentistica, che includono Fiat Group Automobiles, Ferrari, Maserati, Magneti Marelli,Teksid, Comau e FPT Powertrain Technologies (attività di motori e trasmissioni per autovetture e veicoli commerciali leggeri).
Dalla data di efficacia della scissione, le azioni di di Fiat Industrial saranno assegnate agli azionisti Fiat sulla base di un rapporto uno a uno. Successivamente Fiat e Fiat Industrial sarano quotate separatamente al mercato telematico di Milano e opereranno in modo separato come società quotate indipendenti con i rispettivi management e consigli di amministrazione
In conseguenza della scissione, il patrimonio netto di Fiat sarà ridotto di 3.750.346.053 euro. La riduzione non sarà luogo a cancellazione di azioni, ma sarà attuata con una riduzione proporzionale del valore nominale di ciascuna categoria di azioni che, dalla data di efficacia della scissione, sarà pari a 3,50 euro. Di conseguenza il capitale sociale di Fiat Industrial sarà aumentato di di 1.913.178.892 euor, e 1.837.167.161 euro saranno attribuiti a Fiat Industrial attraverso le altre riserve.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS