Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre una tonnellata di fuochi d'artificio illegali è stata sequestrata a Mugnano di Napoli dalla Guardia di Finanza che ha anche arrestato due persone.

I botti sono stati trovati dai finanzieri in una fabbrica abusiva nella quale non venivano rispettate le norme di sicurezza. Le fiamme gialle hanno sequestrato il materiale esplodente e la fabbrica. In manette sono finiti due uomini, di 48 e 61 anni, ritenuti responsabili di fabbricazione e detenzione di materiale esplodente.

Nel locale adibito illegalmente a fabbrica, ampio una cinquantina di metri quadrati, i finanzieri del gruppo di Giugliano in Campania (Napoli) hanno trovato e sequestrato, complessivamente, settemila "botti" illegali già pronti per la vendita ed oltre 28 mila semilavorati, denominati "cobra" (equivalenti alle cosiddette "cipolle"), in procinto di essere confezionati e 50 chilogrammi di polvere pirica. I controlli sono stati intensificati nella zona in considerazione dell'approssimarsi delle festività natalizie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS