Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un escursionista tedesco di 53 anni ha trascorso una notte e un giorno intero sotto la neve, gravemente ferito, prima di riuscire ad essere soccorso.

È accaduto in alta valle Gesso, nel Cuneese. L'uomo era partito ieri con la tenda per un trekking in alta montagna. Poi una rovinosa caduta lungo l'ascesa al colle delle Finestre, ad oltre duemila metri di quota. Ferito, con un ginocchio sanguinante e la frattura di alcune costole e di una caviglia, è riuscito a trascorrere una notte all'addiaccio e, alla prime luci dell'alba, sotto una fitta nevicata, si è messo in marcia per raggiungere il rifugio Soria Elena, a 1'840 metri di altitudine, nel comune di Entraque.

Nonostante il rifugio fosse già chiuso, l'uomo è entrato nella parte invernale (sempre aperta) dove, con il telefono di emergenza del rifugio, ha potuto chiamare il 118.

Soccorso alpino, 118, carabinieri e guardia i finanza italiani hanno raggiunto nel tardo pomeriggio il rifugio, dove hanno soccorso l'uomo, ferito e in stato di ipotermia. Ricoverato in ospedale a Cuneo, non sarebbe in pericolo di vita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS