Navigation

Italia: inchiesta Finmeccanica, indagini a Lugano

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 aprile 2012 - 19:52
(Keystone-ATS)

Perquisizioni oggi a Lugano nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti di Finmeccanica, condotta dalla procura di Napoli e coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Greco e dai pubblici ministeri Francesco Curcio, Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock. Lo ha reso noto il Ministero pubblico della Confederazione, confermando una notizia dell'agenzia di stampa italiana Ansa.

Secondo quest'ultima, Curcio e Piscitelli si sono recati in Ticino per seguire le operazioni in coordinamento con la Procura federale, che da parte sua non ha fornito indicazioni.

Le perquisizioni sono state disposte dopo l'interrogatorio dell'ex direttore centrale del gruppo Finmeccanica, Lorenzo Borgogni, che nei giorni scorsi aveva parlato di una tangente di circa dieci milioni di euro destinata alla Lega Nord per una commessa riguardante la vendita all'India di 12 elicotteri Agusta Westland.

Secondo quanto afferma "Il fatto quotidiano", l'operazione sarebbe stata orchestrata dall'amministratore delegato della storica azienda varesina, Giuseppe Orsi, oggi numero uno del gruppo pubblico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?