Navigation

Italia: incostituzionale doppia carica parlamentare-sindaco

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2011 - 15:51
(Keystone-ATS)

In Italia non sarà più possibile il doppio incarico per i parlamentari-sindaci.

La Corte costituzionale, decidendo sul caso di Raffaele Stancanelli - senatore del Pdl e sindaco di Catania - ha infatti bocciato la legge n.60 del 1953 nella parte in cui non prevede l'incompatibilità tra la carica di parlamentare e quella di sindaco di un comune con più di 20mila abitanti.

A sollevare la questione dinanzi alla Corte costituzionale è stato il Tribunale civile di Catania, al quale un elettore aveva fatto ricorso. Candidatosi a sindaco della città siciliana nel giugno del 2008, quindi dopo essere stato eletto due mesi prima senatore del Pdl, Raffaele Stancanelli aveva mantenuto il doppio incarico.

La decisione della Corte costituzionale ha valore per tutti quei parlamentari divenuti sindaci di grandi città e che dovranno dunque scegliere quale dei dunque incarichi mantenere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?