Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - La Camera italiana ha dato oggi il via libera al disegno di legge sul "legittimo impedimento", che ora passa al Senato. Il testo è stato approvato con 316 voti a favore e 239 voti contrari. Gli astenuti sono stati 40. Alla votazione ha partecipato il governo al gran completo.
Il provvedimento stabilisce che il presidente del Consiglio può ottenere il rinvio dell'udienza dei processi in cui è imputato, perché "legittimamente impedito" dalle sue attività di governo a comparire in tribunale. Lo stesso vale per i ministri. Ogni rinvio può estendersi fino a 6 mesi, per un totale di 18 mesi.
Il centrosinistra ha duramente attaccato il testo, bollando il provvedimento come incostituzionale e "ad personam": fatto apposta per salvare il premier Silvio Berlusconi dai processi in cui è imputato. "La gente capisce una cosa semplice: c'è di mezzo Berlusconi, un premier che non vuole farsi giudicare e tiene ferma l'Italia su questo punto in una folle guerra tra politica e giustizia", ha detto in sede di dichiarazione di voto il segretario del Partito democratico Pier Luigi Bersani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS