Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alcuni migranti su un gommone che tentano di lasciare la Libia (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/SANTI PALACIOS

(sda-ats)

Otto cadaveri recuperati, circa 2000 migranti tratti in salvo: è il bilancio, ancora provvisorio, di un'altra giornata "di passione" vissuta oggi nel tratto di mare tra Libia e Italia.

Lo si apprende da fonti della Guardia Costiera italiana, che ha coordinato gli interventi di numerose navi schierate nell'area.

Sette degli otto cadaveri si trovano a bordo della nave Phoenix dell'organizzazione non governativa Moas, che è intervenuta in soccorso di un gommone in difficoltà, con diversi migranti in acqua.

Secondo la testimonianza di un fotografo di un'agenzia di stampa internazionale, altri migranti potrebbero essere dispersi.

L'ottavo cadavere è stato recuperato a bordo di un altro gommone dall'equipaggio della nave Sea Eye, della Ong Watch the Med.

I circa duemila migranti soccorsi oggi si aggiungono ai 4500 recuperati ieri nello stesso tratto di mare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS