Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 100 mila persone (secondo gli organizzatori) hanno sfilato oggi nelle vie di Milano in occasione del "Milano Pride 2015". Presente anche il Sindaco della città, Giuliano Pisapia, e varie personalità dello spettacolo e dello sport.

A metà pomeriggio hanno incominciato a confluire in piazza Duca d'Aosta le associazioni aderenti, i gruppi, i collettivi e molte persone di ogni orientamento e identità di genere, con striscioni e bandiere, per chiedere a diritti uguali per tutti a prescindere dall'orientamento sessuale e dalla provenienza geografica.

Il tema dell'accoglienza dei migranti è infatti il tema della edizione di quest'anno, dedicata in particolare ai profughi: gli organizzatori hanno infatti deciso di devolvere parte dei fondi raccolti nell'ambito delle iniziative della Pride Square e della Pride Week alle associazioni che si occupano di accoglienza.

Dal palco, Pisapia ha giudicato la manifestazione "una festa di libertà, una festa di civiltà, una festa della Milano capitale dei diritti".

Oggi - ha aggiunto il primo cittadino della metropoli - si rinnova un messaggio di tolleranza, di rispetto della libertà di amare chi si vuole e di avere gli stessi diritti di tutti, perché c'è un diritto inviolabile: quello di essere felici rimanendo se stessi .

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS