Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dal velivolo Islander yv2615u - l'aereo scomparso nei pressi di Los Roques in Venezuela il 4 gennaio 2013, nel quale viaggiavano Vittorio Missoni e altri tre passeggeri italiani - sono stati estratti i resti di 5 persone con la cintura ancora allacciata. Lo hanno detto all'agenzia italiana ANSA fonti venezuelane e la notizia appare anche sul sito venezuelano 'El Universal'.

L'aereo è stato trovato a fine giugno: il relitto si trovava a 70 metri di profondità a nord ovest dell'arcipelago di Los Roques.

Oltre ai passeggeri, a bordo del velivolo sono stati trovati i resti del copilota - Juan Carlos Ferrer Milano - ha detto all'ANSA un imprenditore italiano che da anni risiede a Gan Roque, Giorgio Serloni. Non sarebbero stati trovati, invece, i resti del pilota, Germán Marchant. I resti delle vittime della sciagura sono stati messi a disposizione dell'autorità giudiziaria, per l'autopsia.

Intanto le autorità venezuelane mantengono il più stretto riserbo sul ritrovamento. Sarebbero nel frattempo iniziate anche le operazioni di recupero del relitto del velivolo a Los Roques per stabilire le cause dell'incidente, se si sia trattato di un errore umano o di un'avaria tecnica, spiega Serloni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS