Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La tartaruga caretta caretta dell'Isola d'Elba.

(sda-ats)

Sono uscite poco prima delle 22 di ieri sera circa 50 tartarughe dal nido sulla spiaggia di Marina di Campo (Livorno) all'isola d'Elba. Le piccole di tartaruga marina hanno raggiunto il mare attraverso un corridoio predisposto sulla spiaggia.

"Sono uscite le prime 50 tartarughine. Sanissime, bellissime, dolcissime. L'importante è che sia andato tutto bene. E ora aspettiamo le ritardatarie", si legge sulla bacheca Facebook di Yuri Tiberto, titolare dell'Acquario dell'Elba.

Nella notte del 20 di giugno scorso, tra gli ombrelloni di uno stabilimento balneare, era stata segnalata la presenza di un grosso esemplare di caretta caretta, intenta a scavare una buca nell'arenile a meno di 10 metri dalla battigia. Un evento rarissimo a queste latitudini.

Immediato è stato il sopralluogo del responsabile dell'Acquario dell'Elba e del presidente del Parco nazionale dell'Arcipelago. , La Capitaneria di Porto di Portoferraio e i gestori dei bagni coinvolti si sono fatti carico della sorveglianza del nido fino alla schiusa delle uova, con l'aiuto dei volontari, coordinati da Legambiente arcipelago, per la sorveglianza notturna del nido.

L'incubazione mediamente compresa tra i 45 ed i 60 giorni ha rispettato le previsioni visto che la nascita delle piccole tartarughe era attesa proprio nel mese di agosto.

La caretta caretta è la tartaruga marina più comune del mar Mediterraneo. La specie è fortemente minacciata in tutto il bacino del Mediterraneo ed è ormai al limite dell'estinzione nelle acque territoriali italiane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS