Navigation

Italia: nave Costa, società relativizza errori del comandante

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2012 - 18:12
(Keystone-ATS)

Gli errori ci sono stati e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, ma secondo Costa Crociere sul comandante Francesco Schettino non è stata detta tutta la verità. Anzi.

È verosimile che possa aver commesso "errori di giudizio", e certamente ci sono stati per quanto riguarda la rotta della Concordia. Ma non è vero, o quanto meno a Costa Crociere non risulta, che errori siano stati commessi per quanto riguarda i soccorsi.

Così, con uno scatto d'orgoglio che lo ha portato quasi alle lacrime, il presidente e amministratore delegato (ad) di Costa Crociere, Pierluigi Foschi, ha respinto oggi a Genova le accuse infamanti mosse nei confronti del comandante Schettino. Decine di "testimonianze interne" giunte a Costa - ha detto - riferiscono esattamente il contrario, e cioè che non è vero che il capitano abbia abbandonato la nave, e tantomeno che sia fuggito. "E tutti i membri dell'equipaggio si sono comportati da eroi", ha sottolineato Foschi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?