Navigation

Italia: oltre 4 mila migranti a Lampedusa, bimbo nato in mare

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2011 - 21:22
(Keystone-ATS)

Nonostante gli accordi appena siglati dal governo italiano con la Tunisia per frenare le partenze dei barconi, a Lampedusa proseguono senza sosta gli arrivi di migranti. L'isola è sempre più in emergenza: oggi sono giunte circa mille persone, a fronte di 400 trasferimenti a Bari, Foggia e Crotone. Tra partenze e nuovi arrivi, a Lampedusa in questo momento ci sono oltre 4 mila migranti.

La situazione rischia di esplodere, come ha potuto constatare anche il vicepresidente del Parlamento Ue, Roberta Angelilli, che ha assistito a uno sbarco in diretta. La Regione Sicilia ha quindi chiesto di trasferire altrove i profughi che vengono salvati e ha messo a disposizione un traghetto per i trasferimenti.

Così, dopo una serie di contatti l'unità di crisi per l'emergenza umanitaria ha deciso di condurre a Linosa i 350 migranti a bordo del barcone partito dalla Libia, il primo dopo lo scoppio della guerra civile: a bordo è stato partorito un bimbo salvato assieme alla madre da un elicottero della Marina militare italiana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?