L'orso banchetta in Valtellina con miele e capretto, anticipando il pasto di Pasqua, ma mettendo in allarme allevatori e apicoltori.

Prima sono finite nel mirino, in due diverse incursioni notturne, alcune arnie di apiari situati a 670 metri di quota, appena sopra l'abitato di Bianzone (Sondrio), uno dei quali collocato in un frutteto a non molta distanza dalle case, poi ha assalito un ovile nel territorio comunale di Teglio (Sondrio), dove ha mangiato un capretto.

"Finché l'orso fa l'orso non ci preoccupiamo molto - dice Maria Ferloni, tecnico faunistico responsabile dei grandi mammiferi per la Provincia di Sondrio - in quanto si muove di notte per cibarsi e poi torna a rifugiarsi nel bosco". "La preoccupazione maggiore - aggiunge l'esperta - sarebbe se si muovesse di giorno, magari cercando di passare dalle alpi Retiche, dove ora è segnalata la sua presenza anche da questi episodi di predazione, alle alpi Orobie, quindi attraversando la strada. Con elevati rischi di causare gravi incidenti stradali".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.