Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un paraplegico raggirato per un milione di euro dietro il miraggio di un rivoluzionario intervento chirurgico che gli avrebbe ridato l'uso delle gambe e un imprenditore convinto a investire in un'inesistente tecnologia innovativa.

Sono i due casi emersi da un'indagine dei carabinieri di Milano che ha portato all'arresto di tre persone e al sequestro di 960 mila euro in Svizzera.

I tre, tutti pregiudicati, sono stati arrestati, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice d'indagine preliminare (gip) di Milano, a Monza, Robbio Lomellina (Pavia) e Valsolda (Como).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS